TERMINI IMERESE (Pa)

 E’ la Comunità Ecclesiale di Termini Imerese ad organizzare il Presepe vivente, un viaggio rievocativo da Nazareth a Betlemme che ha luogo con ingresso da piazza Duomo. 

E’ anche un’occasione unica per vedere il presepe in marmo più antico di Sicilia, i vicoli, le strade e le monumentali chiese di San Giacomo e dell’Annunziata.
Una riproduzione di un antico portale romano introduce i visitatori a gruppi nella via La Barbera (accanto al municipio). Si scende a piazzetta Benincasa dove si realizza la prima scena: l’’Annunciazione. Il gruppo è poi guidato da un pastore in piazza Finocchiaro Aprile (davanti il tribunale vecchio) dove è ambientato un antico mercato dai sapori e dai colori arabi e dove si svolge la scena del censimento.

Si scende quindi dalla via Roma dove sono riprodotti alcuni mestieri del tempo di Gesù. Scendendo subito a sinistra attraverso la via Guarino si arriva alla terza scena: “la Locanda” dove Maria e Giuseppe non furono accolti. Dopo pochi metri si passa davanti al carcere dove Erode tiene i suoi prigionieri.

Si percorrono pochi metri e nella suggestiva Chiesa di San Giacomo, antica cattedrale della città, si mette in scena il palazzo di Erode e l’incontro con i Magi. L’ultimo atto di questo percorso si svolge, passando davanti la chiesa di San Pietro, dentro il piano della Chiesa dell’Annunziata dove si ambienta la scena dell’’annunzio ai pastori e della natività.