Pippo MADE’

 Palermo

 

Il “Presepe Incantato” realizzato, alla fine degli anni ’70 a Murano, nelle antiche fornaci di Loredano Rosin, dall’artista palermitano Pippo Madè, è composto da 18 sculture in vetro.

L’opera è stata presentata per la prima volta nel 1982 nel Duomo di Monreale e successivamente esposta nella Basilica Papale di San Francesco in Assisi e poi ancora, durante il “I° Festival Mondiale dei Presepi” di Spoleto, nel Palazzo Comunale di Lecce, nella Chiesa medievale di Reitano e nella Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Monreale. Quindi, tornato a Palermo, è stato esposto nell’Oratorio di Santa Cita, nell’antico Palazzo Sclafani e nella Cappella di Santa Rosalia in Cattedrale.

 

Nel 1983, le immagini delle sculture che compongono il “Presepe incantato”, sono state mandate in onda dalla RAI durante la benedizione natalizia del Santo Padre.

I vetri che compongono il “Presepe incantato”, sono considerati unici al mondo perché, quando furono realizzati, rivoluzionarono la lavorazione del vetro: per la prima volta, infatti, vennero alla luce sculture con i personaggi aventi braccia aperte e arti inferiori separati.

Fatto straordinario se si considera che il peso di ogni singola scultura varia dai 25 ai 40 chili ed il vetro veniva lavorato a oltre 1200°C.

*****************************